Emergenza COVID19: Norme vigenti per il servizio di disinfezione

In accordo con il Governo il 14 marzo sindacati e imprese hanno firmato un protocollo per tutelare la salute e la sicurezza dei lavoratori dal possibile contagio da nuovo Coronavirus e garantire la salubrità dell’ambiente di lavoro.  Le premesse fondamentali sono:

  1. Le imprese sono obbligate ad adottare il protocollo di regolamentazione all’interno dei propri luoghi di lavoro, oltre a quanto previsto dal DPCM dell’11 marzo 2020.
  2. Bisogna potenziare i cicli di pulizia e disinfezione con detergenti sanificanti.
  3. E’ importantissimo affidarsi ad un partner formato e competente
  4. Non esiste garanzia di risultato duraturo e definitivo ed è sempre necessario condurre un comportamento atto a salvaguardare la propria salute e quella altrui: gli interventi di sanificazione sono tanto più efficaci quanto più solida è la collaborazione degli utenti degli ambienti (aprire spesso le finestre, pulire autonomamente la propria postazione di lavoro, lavarsi le mani spesso rimangono REGOLE FONDAMENTALI).

Pulizia e sanificazione in azienda (in presenza di casi COVID 19)

Qualora gli ambienti di lavoro aziendali siano stati interessati dalla presenza di una persona risultata positiva al COVID-19, si procede alla pulizia ed alla sanificazione dell’area secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 febbraio 2020 del Ministero della Salute:

  1. I luoghi e le aree potenzialmente contaminati da COVID-19 devono essere sottoposti a completa pulizia e successiva sanificazione prima di essere nuovamente utilizzati.
  2. Durante le operazioni di pulizia e sanificazione con prodotti chimici, assicurare la ventilazione degli ambienti.
  3. Tutte le operazioni di pulizia e sanificazione devono essere condotte da personale che indossa DPI (filtrante respiratorio FFP2 o FFP3, protezione facciale, guanti monouso, camice monouso impermeabile a maniche lunghe) e devono essere seguite le misure previste da protocollo per la rimozione in sicurezza dei DPI:
  4. Dopo l’uso, i DPI monouso vanno smaltiti come materiale potenzialmente infetto, i DPI riutilizzabili vanno decontaminati.
  5. La biancheria da letto, le tende e altri materiali di tessuto devono essere sottoposti a un ciclo di lavaggio con acqua calda a 90°C e detergente. Qualora non sia possibile il lavaggio a 90°C per le caratteristiche del tessuto, addizionare il ciclo di lavaggio con candeggina o prodotti a base di ipoclorito di sodio.

Pulizia e sanificazione in azienda (in assenza di casi COVID 19)

L’azienda assicura la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica dei locali, degli ambienti, delle postazioni di lavoro e delle aree comuni e di svago. E’ preferibile lo svolgimento delle attività di pulizia e disinfezione al di fuori degli orari di attività del cliente. Qualora questo non sia possibile e si imponga quindi una distanza interpersonale minore di 1 metro, gli operatori devono essere dotati sempre di mascherine ed altri dispositivi di protezione (guanti, occhiali, tute, cuffie, camici) in conformità alle disposizioni delle autorità scientifiche e sanitarie. 

Pulizia spazi comuni (mensa, spogliatoi, aree fumatori, distributori bevande/snack)

Occorre garantire la pulizia giornaliera e la sanificazione periodica con appositi detergenti di mensa, spogliatoi, aree fumatori, delle tastiere dei distributori di bevande e snack.

COSA DISINFETTARE

Volumi d’aria (sia in aree civili che in aree produttive)

Superfici di contatto quali:

  • Maniglie
  • Superfici di sanitari e arredi nei servizi igienici
  • Superfici di lavoro e appoggio
  • Cellulari, tablet, apparecchi telefonici e citofonici
  • Tastiere, mouse, PC, comandi e quadri comandi, interruttori
  • Display e tasti di distributori bevande/snack
  • Superfici utilizzate da utenti esterni

LUOGHI CON OBBLIGO DI SANIFICAZIONE

  • Attività Commerciali
  • Negozi e Uffici
  • Ristoranti e Bar
  • Hotel e Bed & Breakfast
  • Scuole e Asili Nido
  • Automezzi e Camper
  • Ambienti industriali
  • Studi Medici e Dentistici
  • Ambulatori veterinari
  • Palestre e Centri Fitness
  • Chiese e luoghi di Culto
  • Cinema e luoghi di svago
  • Case di Riposo e di Cura
  • Laboratori Analisi

CONTRIBUTI PER LE SPESE DI POTENZIAMENTO PRESIDI SANITARI E PROCEDURE DI SANIFICAZIONE (D.L. 18 del 17/03/20 «Cura Italia»)

All’articolo 64 del D.L. n° 18 del 17/03/20, viene indicata la possibilità di un credito d’imposta per il 2020, nella misura del 50% delle spese di sanificazione degli ambienti e degli strumenti di lavoro sostenute e documentate fino ad un massimo di 20.000 euro. Tale riconoscimento dovrà essere confermato a seguito di un decreto del Ministro dello sviluppo economico che stabilirà le modalità di applicazione e di fruizione del credito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *